Che cosa sono le pulci e come combatterle per liberare il micio da questi fastidiosi intrusi.



zooplus.it


Le pulci del gatto sono degli insetti, conosciuti scientificamente con il nome di Ctenocephalides felis, che infestano il pelo. Tali insetti usano il gatto come ospite sul quale riprodursi. Ogni giorno una femmina di pulce riesce a deporre dalle quindici alle quaranta uova delle quali, alcune restano ben aderenti al pelo dell’animale, le altre invece si depositeranno in casa.

Di solito le larve si annidano in punti con poca luce come divani, tappeti e cuscini. Una volta che le uova si schiudono questi insetti, hanno bisogno di cibarsi, ed è qui che attaccano il gatto, pungendolo e succhiandogli il sangue. Per scovarle bisogna aprire il pelo del gatto e guardare se sulla pelle camminano degli insettini dal colore rosso-marrone.

 

Pulce del gatto al microscopio

Fonte foto: Wikipedia

Normalmente si trovano alla base del collo, sul dorso e sulla testa. Uno dei segnali più chiari è il ripetuto grattarsi nell’arco della giornata. Se il vostro micio ha un pelo bianco, sarà molto facile individuarle, nel caso del mantello del Maine Coon invece è più difficile e bisogna ricorrere a una lente d’ingrandimento.

Nella maggior parte dei casi, specialmente se il vostro gatto non esce mai da casa, il micio può essere attaccato da pulci che introduciamo noi nell’abitazione, tramite ad esempio le scarpe. Una volta che avete scoperto la presenza di questi insetti, è importantissimo pulire casa a fondo in modo da non ri-contagiare il vostro animale.

Come prima cosa raccogliete tutti i giochi e gli oggetti che di solito usano e lavateli. Stessa cosa per coperte, cuscini e fodere su cui di solito il vostro animale domestico si posa. Pulire la cuccia in modo accurato, lavate eventuali coperte presenti all’interno e con l’aspirapolvere aspirate tutta la cesta in modo da risucchiare le larve o pulci già cresciute. Disinfettate i tappeti e applicate al gatto la fialetta antiparassitaria tutti i mesi in particolare durante quelli caldi.

L’antiparassitario presente sul gatto non solo fungerà da scudo su di esso ma anche come repellente sugli oggetti in casa. Le pulci prediligono un ambiente caldo e umido, quindi bisogna usare l’antiparassitario dal primo mese di primavera fino in autunno.
 



zooplus.it – Il mio negozio per animali


Attenzione: ultimamente è nato un acceso dibattito sul nuovo prodotto Frontline Tri-Act, facciamo attenzione perché contiene la permetrina, una sostanza antiparassitaria che è tossica per i gatti.
Attualmente gli antiparassitari Stronghold e Frontline Combo sono considerati i prodotti migliori.

Purtroppo le pulci del gatto possono anche attaccare l’uomo, anche se prediligono sempre il mantello peloso. Di solito, le pulci non passano direttamente dal gatto all’uomo, ma come detto prima, si diffondono prima in casa e da lì all’uomo. Quindi è quasi impossibile che accarezzando un gatto infestato becchiate le pulci.
 

Come eliminare le pulci del gatto

Per eliminare le pulci dal gatto possiamo scegliere due soluzioni:

  • uso di fialette antiparassitarie;
  • shampoo e lozioni.

 

 
Come detto è importantissimo giocare un ruolo preventivo nel campo delle pulci, ma nel caso questo non abbia effetto, bisogna subito correre ai ripari. Dopo esserci accertati della presenza di questi insetti, applichiamo la lozione repellente tra le scapole, alla base del collo, posto in cui il gatto non può leccarsi. In seguito all’applicazione attendete ventiquattro ore e spazzolate il vostro animale con cura. Troverete nel pelo non solo gli animaletti morti ma anche le loro feci.

Se invece il vostro gatto è abituato all’acqua come nel caso dei Maine Coon allora scegliete uno sciampo e una lozione antiparassitaria. Durante il bagnetto lavate con attenzione tutto il corpo, senza tralasciare zone a rischio, come dietro le orecchie, alla base della coda e sulla pancia. Attendete almeno quarantotto ore prima di applicare la fiala antiparassitaria preventiva.

Se volete provare dei rimedi naturali preventivi contro le pulci del gatto, potete utilizzare vari oli o lozioni da spruzzare sul vostro gatto in seguito ad una spazzolata accurata e profonda. Ad esempio l’olio di neem acquistabile in erboristeria, potete versare qualche goccia sul collare oppure tra le scapole. I pareri sulla sua efficacia sono discordanti. L’aceto di mele se diluito con due parti di acqua è un perfetto repellente anti pulci da spruzzare sul pelo del micio.
 
 

– Offerta Sconto del 25% –

eBook “Educare un gatto…È possibile?”
Scopri come puoi educare il tuo gatto, intuisci
e risolvi i suoi problemi comportamentali.
Approfitta della Promozione >>

 

Scopri di più >>

 

 




Lascia un commento

commenti

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata